Vini Rossi
Vini Bianchi
Vini Rosati
Vini da Dessert
Vini Esteri
Vini Formati Speciali
Spumanti e Prosecco
Champagne
Accessori Enoteca
Grappe Distillati & Liquori
      
Grappe
      
Antinori
Alexander - Bottega
Banfi
Berta
Della Valle
Domenis
Feudi di San Gregorio
Francoli Luigi
Molinari
Poli Jacopo
Tenuta San Guido
Segnana
Limoncello di Sorrento I.G.P.& Liquori tipici
Birre Artigianali
Pasta di Gragnano Pasta all Uovo & Riso
Accessori Pasta
Sughi & Pesto
Spezie & Sali dal mondo
Macina Pepe e Sali Bisetti
Lenticchie di Castelluccio IGP
Olio Extravergine e Aromatizzati
Aceto Balsamico
Salse per carni & Formaggi, Olive, Sottoli
Taralli Napoletani & Biscotti Salati
Tartufi & Funghi
Prodotti Ittici
Formaggi
Marmellate & Confetture
Miele
Dolci Baba e Biscotti
Confetti & Praline
Prodotti Biologici Alce Nero
Panettoni e Colombe Albertengo 2018
PASQUA 2018
Follovielli
Cioccolato & Creme Spalmabili
Pastiglie Leone
Caramelle con e senza zucchero
Liquirizia Amarelli
Te & Caffe
Caffettiere Gat
Tazze Caffe e Mug Konitz
Ceramiche Egan
Tovaglioli da Tavola Atelier
Grattugie & Accessori Microplane
Candele a Led Kazcandles
Magneti Frigo

 
 
 
.: home :: chi siamo :: carrello :: spedizione e pagamento :: faq :: contatti :.  
 Grappe Distillati & Liquori > Grappe > Francoli Luigi 
     

La Storia

Narrare una storia, realmente accaduta, significa inoltrarsi in un mondo di avvenimenti e vicende umane, avvincenti per il narratore, che ripercorre vite trascorse alla riscoperta di fatti nascosti nei meandri della memoria

Ripercorrere le strade battute dalle vecchie generazioni porta sempre alla luce fatti e risvolti, troppo spesso dimenticati, che, in ogni caso, fanno parte delle nostre origini. La famiglia Francoli racchiude intorno a sé una di queste caratteristiche storie, ricca di dettagli ed aneddoti, che la rendono particolare rispetto a tante altre. Questa antica dinastia di distillatori mosse i primi passi nel mondo degli alambicchi intorno alla seconda metà del 1800. Luigi Guglielmo Francoli, uomo dalla passione per la natura e spinto dal desiderio di "offrire" i frutti della natura stessa ai propri amici e conoscenti, iniziò ad interessarsi all’arte distillatoria allorché, nel scendere a valle con carichi di legname trainati da cavalli per vendere la propria merce (il padre era proprietario di una Segheria a Campodolcino, in Val S. Giacomo) la sua curiosità fu sollecitata dai filari dei vigneti di uva Chiavennasca che, dopo aver dato vita a rigogliosi grappoli d’uva e gustosi vini, regalavano profumate vinacce ai piccoli produttori da cui poi trarne la famosa acquavite.

Nel far ritorno a Campodolcino, Luigi pensò fosse utile ed interessante riempire i propri carri di vinaccia. Così iniziò i primi esperimenti e, dotatosi di un rudimentale alambicco, diede alla luce le prime gocce della Sua Grappa.

La fiorente attività con il legname e le difficoltà legate alla pressante tassazione degli alcolici gli impedirono, tuttavia, di "ufficializzare" e rendere primaria la propria attività. Furono invece i figli che, nel proseguire l’attività del padre e armati di tanto coraggio fondarono la Distilleria F.LLI FRANCOLI (1895). Gabriele, Guglielmo e Bartolomeo usavano reperire la materia prima allo stesso modo di quanto faceva il loro padre, ma ottennero il permesso della famosa "Distillazione giornaliera" (forse ancora in atto a tutt’oggi in quel di Domodossola) pagando, di giorno in giorno, l’imposta di fabbricazione sulla Grappa che veniva prodotta.

Alcune decine di litri, per la famiglia e gli amici, che tutta la zona (e non solo) aveva imparato ad apprezzare. Infatti, riconoscimenti curiosi ed interessanti vennero anche da oltre i confini prettamente locali. E’ certo che la distilleria F.LLI FRANCOLI abbia ottenuto il 1° premio con la propria Grappa all’Iva (Achillea Moscata, tipica pianta alpina della Val S. Giacomo) intorno alla fine del 1800 in una sorta di concorso a Palermo. Tracce di tale premio sembra siano scomparse in quanto un operaio, per far fronte a necessità impellenti, aveva "pensato bene" di utilizzare il diploma di merito per "tappare" una finestra il cui vetro era andato infranto.

Ma tornando alla nostra storia v’è da dire che la passione distillatoria investì soprattutto i figli di Gabriele e Guglielmo. I primi (rispettivamente Giacomo e Nino) lasciarono Campodolcino per fondare una distilleria a Ponti Sul Mincio in provincia di Mantova. I secondi (Guglielmo e Severo) fecero la stessa cosa (*), ma intrapresero la via per il Piemonte, ed in particolare Ghemme (No). Ivi fondarono la Distilleria FRANCOLI nel 1922. Tuttavia solo Guglielmo rimase a Ghemme in pianta stabile; per costui ciò significò dedicarsi definitivamente all’attività del distillatore.

(*) Si pensi che la vocazione della distillazione era particolarmente sentita in Campodolcino. Ed infatti circa una cinquantina secondo alcuni, il doppio secondo altri, furono le distillerie fondate da persone originarie della Val S. Giacomo che, abbandonata la montagna, scesero in pianura verso luoghi decisamente più idonei, anche logisticamente, per fondare una distilleria di Grappa. Così cita Guido Scaramellini nel suo art. "I grapàt della Val S. Giacomo".

Nel 1948 venne raggiunto da Luigi, figlio di Severo e proveniente da Campodolcino, il quale lavorò in qualità di operaio-grapàt alle dipendenze dello zio Guglielmo. Cosicché la passione per gli alambicchi iniziò a coinvolgere anche i giovani della famiglia.

Il loro rapporto di lavoro si esaurì nell’arco di un inverno; Luigi cercò di imbarcarsi clandestinamente per l’Australia, all’inseguimento di un sogno, che ancora oggi, a distanza di più di quarant’anni, ricorda con gioia e rammarico.

Più tardi, nel 1951, capitato in modo abbastanza casuale a Ghemme, Luigi Francoli apprese che lo zio Lino aveva intenzione di abbandonare l’attività.

Nacque così a Ghemme la Distilleria Luigi Francoli, composta da due piccoli locali dove venivano imbottigliate e vendute le migliori grappe della zona. L’incremento del lavoro suggerì a Luigi di chiamare a sé i 4 fratelli più giovani che, a mano a mano che crescevano, uno dopo l’altro lo raggiunsero. Così prese corpo la quarta generazione di distillatori Francoli al completo, ognuno con un preciso ruolo all’interno dell’azienda.

Successivamente venne costituita la società Distillerie F.lli Francoli s.n.c. (1962), poi trasformatasi in S.p.A. nel 1975.

La scalata alla notorietà, fu per loro l’inevitabile conseguenza della passione ereditata dai nonni, l’amore per le buone cose risultato di una pratica artigianale, che ricercava la qualità sopra ogni cosa. Oggi, in casa Francoli, si è insediata, quasi definitivamente, la quinta generazione con lo scopo, naturalmente, di tramandare ai posteri passione, arte e... qualità della Grappa.

 FRA 120 0061 
 Grappa Riserva 5 Anni 70 cl Luigi Francoli
 

 
 




€ 23,50

 
     

Disponibilità:
Quantità

     
 
 FRA 120 0266 
 Grappa Oro di Barolo confezione I Legni d'oro 50 cl Luigi Francoli
 

 Cassetta in Legno con Cioccolato Extrafondente Vanini
 




€ 42,90

 
     

Disponibilità:
Quantità

     
 

cerca un prodotto:  
   

 

 


Grappa Riserva 5 Anni 70 cl Luigi Francoli

 

Grappa Oro di Barolo confezione I Legni d'oro 50 cl Luigi Francoli

 

   
 
 e-mail Copyright Vizi & Sfizi sas P.IVA 03981351210 
webmaster: Pasquale Di Leva